“Quale sanità per la Lombardia?”

 

Giovedì 21 luglio alle ore 21:00 presso la Festa de l’Unità di Cantù è avvenuta l’iniziativa dei Giovani Democratici. Il titolo è chiaro “Quale sanità per la Lombardia?”. Durante la serata sono state trattate tematiche recenti e questioni che necessitano di chiarimenti, come la questione dei voucher, spiegata da Sara Valmaggi, vicepresidente in consiglio regionale e consigliera del Partito Democratico in regione Lombardia. Si è discusso anche della legge di riforma socio – sanitaria approvata il 5 agosto del 2015. In particolare si è discusso della “Rivoluzione degli ospedali”, che come cita la legge – le vecchie aziende ospedaliere si trasformano nelle nuove aziende socio-sanitarie territoriali, che fanno anche da assistenza sul territorio. Non ci sarà nessuna chiusura e nessun declassamento di ospedali. – Per Sara Valmaggi questo non è mai accaduto, anzi la situazione si è aggravata ancora di più. Così sono state citate alcune proposte già presentate in regione Lombardia da parte del Pd: “nel progetto di legge del Pd ad essere integrati sono dunque il piano socio-sanitario regionale, i piani socio-anitari territoriali e piani sociali di zona dei Comuni. Il sistema sanitario regionale (SSR) diventa dunque Sistema Socio-Sanitario Regionale (SSSR) e fa capo ad un unico assessorato che include sanità e welfare. La nuova struttura ha un unico bilancio, un’unica direzione con un evidente risparmio di risorse. Nelle scorse settimane l’unificazione in un’unica struttura dei due assessorati, alla Salute e alla Famiglia, è entrata a far parte anche dell’agenda di Maroni, sostanzialmente però respinta dalle forze della sua maggioranza”.

Il secondo intervento era incentrato sui giovani e sulla costante altalena sulla quale oscillano i sistemi sanitari europei costretti da una parte a conciliare la crescente domanda dei servizi sanitari e dall’altra a fronteggiare le necessità sanitarie dei cittadini a livello locale e questo si ripercuote direttamente sulla difficoltà di accesso al mondo del lavoro per i giovani sanitari soprattutto in Italia. Di questo si è discusso con Maria Avitabile, giovane democratica del circolo del Seprio (in provincia di Como) e delegata il segreteria regionale Gd in sanità e cultura.

La serata è stata apprezzata dalle persone intervenute e sono state riscontrate tante considerazioni e domande ai relatori.

Giovani Democratici di Cantù

Be Sociable, Share!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>